LA FIGURA ISPIRATRICE

maria-montessori-1978

 

Maria Montessori

L’edizione del FIL Fest 2016 è ispirata alla figura di  Maria Montessori: educatrice, pedagogista, filosofa, medico e scienziata italiana, internazionalmente nota per il metodo educativo che prende il suo nome. In molte opere la Montessori sottolinea il contrasto esistente tra la vita naturale e quella sociale e quanto chiaramente quest’ultima costringa l’essere umano a rinunzie e restrizioni, condizionando pesantemente lo sviluppo personale.

Con la sua visione di un processo educativo che  alimenti il “sentimento della natura”, l’essere umano  compie così il primo passo verso la comprensione che “ogni cosa è strettamente collegata su questo pianeta e ogni particolare diventa interessante per il fatto di essere collegato agli altri. Possiamo paragonare l’insieme ad una tela: ogni particolare è un ricamo, l’insieme forma un tessuto magnifico” (M. Montessori, Dall’infanzia all’adolescenza, 1948).

Il processo educativo diventa così “cosmico”: la vita si mantiene attraverso rapporti di interdipendenza; ogni cosa è intrecciata con le altre e i bambini possono farne esperienza attraverso l’osservazione della vita che si svolge nei vari ecosistemi, nelle varie terre.

Il FILfest di quest’anno è patrocinato dall’Opera Nazionale Montessori.

Per maggiori informazioni sul metodo guarda qui.